Velocizzare Linux creando un RAM Disk

Veloci con le RAM Disk

Veloci con le RAM Disk

Ram Disk o Ram Drive è una funzionalità disponibile in qualsiasi distribuzione Linux dedicata a poter utilizzare la RAM come un hard disk o memoria di massa.
Grazie a Ram Disk potremo emulare un’hard disk utilizzando la nostra RAM rendendo cosi’ più veloce l’avvio di applicazioni oppure dello stesso sistema operativo.

La RAM difatti è molto più veloce di un qualsiasi hard disk, quindi utilizzando questa funzionalità le applicazioni potranno utilizzare la nostra ram per caricare dati, o altro, rendendo più veloce l’avvio e più reattivo il loro utilizzo.

*N.B.: Logicamente i dati salvati nella ram Disk andranno persi ad ogni riavvio, inoltre l’uso di questa funzionalità è consigliato solo se abbiamo più di 2 Gb di Ram altrimenti rischiamo di rimanere senza RAM da poter utilizzare per la gestione del nostro sistema operativo.

In questo esempio vedremo come creare e attivare una Ram Disk su Ubuntu (Debian e derivate).
N.B.: Prima di creare la cartella sul filesystem destinata alla Ram disk, lanciamo da terminale il comando:

free

in modo da liberare la memoria RAM non utilizzata sulla nostra distribuzione.

1. Creare una RamDisk

Per creare una RAMDISK dovremo creare una cartella che fungerà da alias per poter navigare e utilizzare lo spazio della RAM per farlo basta digitare da terminale:

sudo mkdir -p /opt/ramdisk
sudo chmod -R 777 /opt/ramdisk

la cartella sarà denominata ramdisk e la troveremo all’interno della cartella opt del nostro sistema.

2. Montare una RamDisk

A questo punto dovremo montare la cartella per un’area di archiviazione temporanea tmpfs che utilizza RAM invece di spazio sul disco rigido per farlo digitiamo da terminale:

sudo mount -t tmpfs -o size=2048M tmpfs /opt/ramdisk

come possiamo vedere abbiamo dato 2GB (2048M) possiamo variare il size conforme lo spazio disponibile nella nostra RAM.

Fatto questo provate ad avviare alcune applicazioni e dovreste notare un leggero miglioramento nel loro utilizzo.

3. Smontare la RamDisk

Per smontare la RamDisk basta digitare:

sudo umount /opt/ramdisk

oppure basta riavviare.

E’ possibile velocizzare questa procedura creando un’alias o script da avviare all’avvio del sistema.

Per effettuare il montaggio automatico ogni volta che avviamo la nostra distribuzione, dobbiamo aggiungere una riga nel file /etc/fstab. Apriamo quindi il file:

# sudo gedit /etc/fstab

e aggiungiamo la seguente stringa:

tmpfs /opt/ramdisk tmpfs nodev,nosuid,noexec,nodiratime,size=2048M 0  0

Una volta terminata la configurazione possiamo montare la partizione con il comando :

sudo mount -t tmpfs -o size=2048M tmpfs /opt/ramdisk

Facciamo ora un esempio pratico per vedere se e come funziona la nostra modifica.

Premessa: Se la nostra attività ci costringe a lavorare tutto il giorno con un browser, non bisogna sottovalutare l’idea di ottimizzare l’utilizzo di questo strumento.

Vediamo quindi come utilizzare la RAM Disk appena creata per ospitare ad esempio la cache del browser Firefox.

La procedura è molto semplice, dobbiamo immettere nella barra degli indirizzi il comando about:config , fare tasto destro sulla lista e selezionare Nuovo -> Stringa.
Nel nome dobbiamo scrivere browser.cache.disk.parent_directory e nel campo valore il percorso della cartella dove si desidera memorizzare la cache, che per noi e’ /opt/ramdisk. Infine dobbiamo assicurarsi che la voce browser.cache.disk.enable sia True, altrimenti possiamo attivarla con un doppio click.

Una volta terminato il tutto riavviamo il browser e facciamo qualche test ….

pwd   = /opt/ramdisk#
du -sh * = 85M cache2

Funziona…!